Picasso e la sua prima mostra a Parigi nel 1901

Il cubismo, il periodo rosa, quello blu, il basco, l’impegno politico. Il 24 giugno del 1901 veniva inaugurata la prima mostra di Pablo Picasso!

Picasso nacque a Malaga, in Andalusia, alle ore 23 e 15 del 25 ottobre e quella data rappresenta l’inizio di uno dei fenomeni artistici più influenti e importanti di sempre.

Secondo un racconto tra il poetico e il mitologico la prima parola del piccolo Pablo  fu “piz”, abbreviazione di “Làpiz”, che in spagnolo significa “matita”. Piccolo ma con le idee già chiare, insomma…

Il primo quadro dipinto a 7 anni, i corsi di disegno alla Scuola di Belle Arti in Galizia, l’adolescenza tra Barcellona e Madrid sono tappe di un percorso fatto di ricerca e rivoluzione che portarono Picasso fino al periodo che, forse, lo ha reso più noto: il cubismo.

In visita sui Pirenei, nel 1906, si trovò davanti le opere statuarie preromane, prive di proporzioni, prospettiva o armonia e ne rimase profondamente colpito.

L’anno successivo iniziò un’opera colossale nella quale iniziò a sperimentare quelle stesse tecniche così lontane dall’arte europea del suo tempo: Les Domoiselles d’Avignone

Oggi quel dipinto è una pietra miliare della pittura mondiale, ma all’epoca non fu accettato e  suscitò scandalo anche tra gli amici più smaliziati di Picasso. Persino Matisse trovò il quadro incomprensibile…