Fuga dalla realtà – Recensione “Linda non Balla”

Linda non balla, podcast di un viaggio breve, una fuga dalla routine fatta di lavoro e di aperitivi tra colleghi, insieme alla donna dei sogni.

Un fortuito incontro su un pullman diventa un viaggio a metà strada tra realtà e sogno su una spiaggia deserta insieme ad una ragazza misteriosa capace di minare ogni certezza.

Una donna meravigliosa, talmente perfetta da sembrare una dea, sfuggente alle regole ma non alla vita che, infatti, vuole divorare a tutta velocità.
Ma chi è Linda, oltre ad essere colei che è capace di ammaliare chi le sta accanto?
A parte la sua bellezza statuaria, la sua passione carnale, cosa vuole davvero dalla vita?
E il narratore, che la osserva estasiato, è realmente innamorato di lei o è piuttosto ossessionato dall’idea di lei?


Il dubbio se sia vero ciò che racconta o se sia tutto frutto della sua immaginazione è alto, ma è anche il tratto affascinante di questo racconto. Ciò che lo caratterizza, oltre a questo mistero che non ci viene svelato del tutto, è la peculiarità di farci immaginare visivamente ciò che accade, i paesaggi che circondano i protagonisti e le atmosfere tipiche di una giornata trascorsa al mare come assaggio fugace di una vacanza ancora lontana, quando fa gia caldo ma è ancora troppo presto per andare in ferie.

Di Stiven Zaka Cobani, voce di Emanuele Ruzza, regia di Emanuele Intagliata
Potete ascoltare l’episodio anche su Spotify, Apple Podcast, Google Podcast, e sulle principali piattaforme di podcasting.