Gli ultimi aggiornamenti da Clubhouse, tra nuove funzioni e features

Le ultime novità del social solo audio


Clubhouse, nonostante sia una un social di recentissima nascita, come tutti gli attori nel mondo digitale si deve evolvere continuamente per evitare di perdere la corsa all’utenza e per continuare a garantire ai propri iscritti la migliore user experience possibile. Per far si che questo accada, il social lanciato nel 2020 da Paul Davison e Rohan Seth ha pensato di introdurre recentemente alcune facilitazioni significative:

  • La prima è rivolta a chi ha già un club. Per queste persone Clubhouse ha introdotto la possibilità, una volta che vogliono programmare un loro evento, di ricevere un link funzionante con gli inviti, che potranno condividere esternamente con amici, colleghi o followers. Se questi ultimi non dovessero essere su Clubhouse potranno saltare la lista d’attesa, partecipare all’evento e entrare automaticamente nel club stesso.
  • La seconda novità riguarda gli eventi. Da ora in avanti, quando qualcuno vedrà la pagina di un club, potrà vedere ogni evento che il club ha programmato in cima all’elenco.
  • Un altro cambiamento è poter vedere il numero totale dei follower e dei membri sulle pagine dei club. Prima, infatti, le pagine riportavano solamente il numero dei membri, cosa che non aiutava a capire se complessivamente il club avesse molti followers. 
  • C’è inoltre una qualità audio più alta. Lo scorso mese, infatti, la piattaforma ha reso possibile la modifica della qualità dell’audio del singolo utente. Per aumentarla ulteriormente basterà toccare il tasto “…” e selezionare una definizione sonora maggiore.
  • Fa il suo ingresso anche la nuova funzione “è in chiamata” 📞. Questa misura nasce per prevenire l’interruzione di frasi o di conversazioni dovute al ricevere chiamate dall’esterno. Se questo dovesse succedere in una riunione su Clubhouse da ora in avanti si potrà vedere una piccola icona sulla foto del profilo della persona interessata che indica appunto che è in chiamata.

  • Nuovi sono anche i suggerimenti del social basati esclusivamente sulla lingua parlata. Prima infatti, quando si cercavano gli elenchi tematici, le proposte non prendevano troppo in considerazione la lingua, così molte persone in giro per il mondo vedevano moltissimi club in lingua inglese. Ora che saranno invece basati più accuratamente su questo nuovo filtro si spera che possano fornire una esperienza maggiormente personalizzata e valida per ogni utente.
  • E’ migliorata inoltre la qualità delle ricerche, delle notifiche e la prevenzione da qualsiasi forma di malfunzionamento. Sono messi anche a disposizione numerosi strumenti per migliorare continuamente la sicurezza e la fiducia dell’utente.
  • E’ recente infine la nuova collaborazione con Drue Kataoka! Nata a Tokyo e cresciuta nella West Coast, Drue è un’artista, una tecnica e un’attivista. L’artista giapponese usa le piattaforme personali per organizzare eventi, campagne, conversazioni e rappresentazioni artistiche che facciano aumentare la conoscenza dei problemi della società contemporanea: dall’odio e dalla violenza verso la comunità asiatica americana alla giustizia razziale e ai diritti delle donne. Da quando si è unita a Clubhouse nel giugno scorso, Drue ha portato la sua passione per l’arte e l’attivismo su questa piattaforma fondando l'”Art Club”, promuovendo numerose iniziative filantropiche e iniziando conversazioni come la “#24HoursofLove” o la campagna “#StopAsianHate”, che ha raccolto quasi $85,000 per la Federazione Asiatico-Americana.

Queste sono le principali innovazioni apportate da Clubhouse, solo il trascorrere dei prossimi mesi dirà se si saranno rivelate efficaci o meno.