Wake Up! – 6 Aprile

Nel 393 Dopo Cristo l’imperatore Teodosio pose fine ad una storia durata più di mille anni: quella dei Giochi Olimpici. No, non avete capito male: le Olimpiadi non esistono più da oltre un millennio. Quelle antiche, ovviamente.

Il 6 aprile del 1896 Giorgio, re di Grecia, inaugura la prima Olimpiade moderna ad Atene. Due anni prima il  barone de Coubertin ne inizia la preparazione, per promuovere la comprensione tra le nazioni attraverso la competizione sportiva.

Quasi trecento partecipanti dilettanti, oltre 200 greci, 14 nazioni. L’unico italiano a prenderne parte fu il maratoneta Carlo Airoldi, partito a piedi da Milano il 28 febbraio ed arrivato a destinazione tre giorni dopo  ma, presunto professionista, venne escluso… chissà se tornò a casa correndo!

Pierre de Coubertin avrebbe voluto iscrivere nel programma il pattinaggio di figura  ma dovette desistere perché… di piste di pattinaggio, ad Atene, non ne esistevano. Ai primi classificati spettarono una corona d’olivo, una medaglia d’argento e un attestato. Ai secondi una medaglia di rame e un ramo di alloro. E gli altri? Tutti parimerito!

Forse con lo sport ha poco a che vedere ma oggi è anche il “Carbonara day”. Come unire le due cose? ehm…fate come Carlo Airoldi: da Milano ad Atene a piedi e poi vedrete se una carbonara non si abbina a meraviglia! E visto che parliamo di olimpiadi…

La Frase del Giorno

Non sono i più forti, o i più belli, a vincere nelle Olimpiadi; ma prima di tutto coloro che partecipano – Aristotele

Il Consiglio del Giorno

Oggi si celebra lo sport ma il consiglio è quello di non andare di corsa, fermatevi anche solo un attimo e pensate a qualcosa di bello. Magari a una carbonara! E intanto ascoltate Podcastory. Che con la carbonara è da medaglia d’oro!