Wake Up! – 2 Giugno

Trecentomila km quadrati di superficie, penisola a forma di stivale, Alpi, Appennini, laghi… il 2 Giugno del 1946 l’Italia diventa una Repubblica!

La guerra ha minato la fiducia nella casa Savoia e gli italiani sono chiamati a decidere da quale forma di governo farsi guidare, negli anni a venire.

Il referendum che avrebbe posto le basi per la Repubblica vedeva concesso per la prima volta in una consultazione politica nostrana il voto alle donne: furono 13 milioni le italiane ad esprimersi. Un milione in più degli uomini!

Umberto I, prossimo ex Re D’Italia, decise spontaneamente di lasciare il paese alla volta del Portogallo lo stesso giorno in cui i risultati del referendum divennero ufficiali: era il 18 giugno.

Il 2 giugno gli Italiani decisero anche chi dovesse essere componente dell’Assemblea Costituente che di lì a due anni avrebbe redatto la Costituzione.

Il primo capo dello Stato provvisorio fu Enrico De Nicola che, dal primo gennaio 1948, assunse il ruolo di presidente della Repubblica fino al maggio dello stesso anno, quando venne eletto Luigi Einaudi, diventando così il primo presidente a completare il mandato di sette anni.

La Famiglia Savoia rimase esule fino al 2002, quando una Legge Costituzionale permise all’ex casa regnante di rimettere finalmente piede sul suolo italico…

La Frase del Giorno


L’Italia è una Repubblica democratica fondata sul lavoro. La sovranità appartiene al popolo, che la esercita nelle forme e nei limiti della Costituzione.
(Articolo 1 della Costituzione Italiana)


Il Consiglio del Giorno


L’unico consiglio che possiamo darvi oggi è di non dimenticare dove vivete. I pregi, i difetti, l’arte, la storia, le meraviglie naturalistiche, il cibo, il calcio… insomma godetevelo, il vostro Bel Paese!