Il campione di Pasquetta – Recensione “Giù al Giardino”

Come nasce un campione? Quasi sempre nel cortile polveroso sotto casa, dando calci ad un pallone consumato.

Quando si vede un campione esultare dopo aver fatto gol, sono in tanti ad identificarsi in lui, non solo per la gioia di una vittoria, ma anche perché probabilmente tutti i bambini che giocano al campetto sotto casa, nel loro immaginario si trovano in uno stadio immenso davanti ad una folla di tifosi adoranti.


In realtà, è proprio così che iniziano tutti, anche i fuoriclasse che ora militano in serie A, e anche il protagonista del podcast di oggi.


Ha appena segnato un gol, tutti gli corrono incontro, gli spettatori gridano il suo nome, ma lui, in quel momento, ripensa alla sua prima partita, quando, da bambino, era stato protagonista, piccino tra giganti, di un exploit nel corso di una sfida tra bande di quartiere. Lì, davanti a ragazzi molto più grandi di lui, e sotto lo sguardo esterrefatto dei parenti, presenti per festeggiare la pasquetta tutti insieme, aveva saputo mostrare la sua grinta e le sue doti, sbaragliando avversari apparentemente più forti di lui.

Forse, il trucco sta tutto lì, nel conservare il ricordo dei sogni dell’infanzia e il loro candore. Se non si dimenticano, si riesce ad apprezzare tutto ciò che accade, senza mai dare nulla per scontato.


Potete ascoltare l’episodio anche su SpotifyApple PodcastGoogle Podcast, e sulle principali piattaforme di podcasting.